Thursday, 27 September 2012

Souvenirs from Greece

Chi non torna a casa da una vacanza senza souvenirs? Per me non è molto difficile, visto che comprare, sempre e di tutto, non è mai stato un grande sforzo, anzi!
E anche se non si va in un paradiso dello shopping, ci si può sempre accontentare delle prelibatezze locali. E così è andata quest'anno... non potendo portarci a casa un paio di grigliate di pesce, in Grecia abbiamo fatto scorta di pomodorini secchi, capperi, ouzo e raki.

Who doesn't bring back from holidays any souvenir? It' s not difficult for me, since the purchase has never been a great effort indeed!
And even if you don't spend your holidays in a paradise for shopping, you can enjoy the local delicatessen. And this is what happened this summer... not being able to bring home a couple of grilled fish, in Greece we stocked up on sun-dried tomatoes, capers, ouzo and raki.

Rientrati a casa, dopo aver posizionato il magnete kitsch d'ordinanza sul frigorifero (un asinello) e dopo aver travasato gli alcolici in bottiglie "casalinghe", ho preparato le etichette:

Once at home, after placing the kitsch magnet on the fridge as usual (a donkey) and having poured the spirits into new and nice bottles, I made the labels:

Sono semplicissime e veloci da fare, bastano dei timbrini...  ma molto carine, non trovate?
They are simple and quick, you just need some stamps... but they are very nice, aren't they?

Siccome non torno mai a casa senza un po' di "terra" del luogo che visito, siano sassi, conchiglie o sabbia, da quest'anno ho pensato di mettere i miei ricordi in un barattolo di vetro con etichetta... sara' carino tra qualche anno ripercorrere i viaggi barattolo dopo barattolo!

Since I never come back without a little piece of the land I visit, stones, shells or sand, this year I decided to put my memories in a glass jar with  will be pretty in a few years to recall the journeys jar after jar!

Monday, 24 September 2012

Cha Cha (Cha)

Oggi vorrei condividere con voi una recente scoperta che ho fatto navigando un po' 
nel web. E non parlo di balli, nonostante il titolo...
Sono a caccia della giusta inspirazione per rifare la parte superiore del mio sgabello da cucito, e sono magneticamente attratta da scena floreali, dal colore viola, lilla, verde acqua... Magari poi cambiero' idea, ma questo e' il mood del momento!
Mi sono imbattuta in Chacha by Iris, un brand parigino che mi ha incantata

Today I want to share with you one of my recent discoveries through the web. And I am not talking about dancing, despite the title...
I'm looking for an inspiration to redo the top of my sewing stool, and I am magnetically attracted by floral scene, the color purple, lilac, aquamarine... Maybe after I will change my idea, but this is the mood of the moment!
I came across Chacha by Iris, a charming Parisian brand


Fantasie delicatissime
Insetti, uccelli e farfalle
Petali e boccioli
Primavera ed estate

Delicate patterns
Insects, birds and butterflies
Petals and buds
Spring and summer

Mi piace l'accostamento tra le atmosfere oniriche e i colori decisi, quasi fluo... Sono pattern moderni e senza tempo contemporaneamente. Insomma, la palette che vorrei usare anche io per il mio progetto:

I like the way they use to contrast dreamlike atmospheres and vivid colours, almost fluorescent... Patterns are modern and timeless at the same time. Shortly, this is the palette that I would like to use for my project:

Thursday, 20 September 2012

They were shorts (now fabric pom pom)

Erano dei pantaloncini di cotone leggermente elasticizzato, talmente vecchi che non mi ricordo nemmeno da dove venissero... Tenuta casalinga perfetta, li ho usati così tanto da esserci affezionata, ma era arrivata la loro ora, l' elastico mi aveva ormai abbandonata da tempo.
Invece di liberarmene (come sicuramente mi avrebbe invitato a fare mia mamma!) li ho trasformati in un pom pom, cosi' continuano ad essere con me.

They were slightly elasticized cotton shorts, so old that I don't even remember where they came from... Perfect and comfortable to wear at home, I used them for so long that I am attached to them. Unfortunately they are now ins ugh a bad condition to be dismissed.
Instead of throwing them away (as my mum for sure would have suggested) I've turned them into a pom pom, so I still have them with me.

Ecco i passaggi e l'occorrente:
Here are the steps and what you need:

Tagliare il cotone (anche una maglietta va benissimo, purché elasticizzata) a strisce più o meno larghe uguali (1cm), cercando di lasciarle il più lunghe possibile
Cut the cotton (even a t-shirt is fine, as long as elastic) stripes more or less the same width (1cm), trying to leave as long as possible

Preparare 2 cerchi di cartone identici, con un foro centrale
Prepare 2 identical circles of cardboard with a central hole

Inserire tra i 2 cerchi una striscia, facendone uscire le estremità (ho utilizzato questo trucco per la prima volta, finora avevo fatto pom poms senza questo trucchetto e vi assicuro che il passaggio finale è molto più semplice!)
Place a string between the two cardboard, leaving out the ends (So far I had done pom poms without this trick and I assure you that the final step is much easier!)

Iniziare ad avvolgere le strisce intorno al "panino" di cartone. Usate quanto più strisce potete, consiglio almeno 3 giri completi. 
Ricordate di lasciare fuori le estremità della stringa centrale.

Begin to wrap the strips around the "sandwich" of cardboard. Use as many strips you have, I recommend at least 2-3 layers.
Remember to leave out the ends of the central string.

Tagliare lungo il bordo esterno del cerchio, facendo sempre attenzione alle due estremità. Mentre procedete nel taglio lungo la circonferenza il pom pom si aprirà, quindi tenete contemporaneamente premuto al centro con la mano libera. A mio avviso fare questo passaggio con le strisce larghe di cotone è molto più semplice che con il classico filo d lana. Il tessuto rimane un pochino schiacciato per la pressione delle mani al centro e non esplode.
Appena avrete terminato il taglio, stringete i 2 fili che avete lasciato fuori in modo che stringano al centro il pompom. Annodateli molto stretti tra loro.
Consiglio: usate delle buone forbici!

Cut along the outer edge of the circle, always paying attention to the two ends. While you keep cutting the pom pom will open, so hold and press the center with your free hand. I think that this step with wide strips of cotton is much easier than with the classic thread of wool. The fabric is a little crushed by the pressure of the hands and does not explode.

As soon as you have finished the cutting, tighten the inside string at the center of the pom pom and tie. 
Tip: use good scissors!

Il pom pom è fatto! Ma sarà molto irregolare, quindi armatevi di forbici e iniziate ad accorciare e pareggiare. Più vicino arriverete al centro, più "sodo" sarà il pom pom.
The pompom is done! But it will be very irregular, so take the scissors and start to shorten and balance. The closer you get to the center, the more firm is the pom pom.

Voilà: pom pom cicciotto di cotone!
Chubby cotton pom pom done!

For more detailed pictures and instruction, HERE 

Monday, 17 September 2012


Mancherebbe ancora il resoconto delle mie quarta e quinta settimana di vacanza, ma quelle meritano un post a parte, e le fotografie non sono ancora pronte (potete comunque avere un'anteprima in Instagram...)
Intanto siamo gia' a meta' settembre... e ho la pelle d'oca al pensiero di quello che mi aspetta da oggi e nei prossimi mesi. Ci sono tante cose in cantiere, grandi e piccole, e spero di poter dare libero sfogo al mio entusiasmo prestissimo.
Nel frattempo ho trovato un ottimo catalogo di cose importanti da tenere a mente: alcuni punti sono solo divertenti, altri geniali. Mi ha fatto sorridere... certi sono così ovvi che sarebbero scontati... ma quanto è vero che non è sempre così!

The summary of my fourth and fifth week of holiday is still missing, but those deserve a separate post, and the pictures are not ready yet (you can get a preview on my Instagram profile...)
Meanwhile it's already mid September... and I get goose bumps if I think of what awaits me from today and in the coming months. There are so many things in the pipeline, big and small, and I hope to give vent to my happiness soon.
In the meantime I found a great list of important things to keep in mind: some of them are funny, others brilliant. It made me smile... there are so obvious points that would be obvious... but truly they are not!


Considerato il mio momento attuale faro' tesoro di:
Considering my present situation, I'll keep in my mind these points:


Friday, 14 September 2012

Gone with the wind [part 1]

Scarlett: But really Rhett, I can't go on accepting these gifts although you are awfully kind.
Rhett: I'm not kind. I'm just tempting you. I never give anything without expecting something in return. Now, I always get paid.
Scarlett: If you think I'll marry you just to pay for the bonnet, I won't.
Rhett: Don't flatter yourself. I'm not a marrying man.
Scarlett: Well, I won't kiss you for it, either.
Rhett: Open your eyes and look at me. No, I don't think I will kiss you — although you need kissing badly. That's what's wrong with you. You should be kissed, and often, and by someone who knows how.

Direi che non c'e' nulla da aggiungere...
Gli ho dedicato un cuscino... primo esperimento di pittura su tessuto riuscito!

I would say that there's nothing to add...
I have dedicated a cuscion... first successful experiment of painting on fabric!



1. stampate un'immagine ad alta definizione e della misura desiderata
2. tracciate le sagome su lucido di uno spessore che sia visibile attraverso il tessuto, io le ho stilizzate come semplici silhouette
3. ricalcate le sagome sul tessuto e poi passate ai colori, che devono essere appositi per i tessuti
4. lasciate asciugare (pochissimo) e stirate per fissare il tutto.

1. print the high definition image at the size you want 
2. outline the design with a thick pen on a tracing paper to make it visible through the fabric, I've traced just the silhouettes
3. traced out the shapes on the fabric and then paint, the colours must be suitable for fabrics
4. let it dry (it takes short time) and then iron to secure everything.

Wednesday, 12 September 2012

SUMMary (week 2 and 3)

Vacanza... per modo di dire...
Non che tornare in patria non sia piacevole, anzi! Questa volta era passato anche troppo tempo, 4 mesi abbondanti sono tantini... Ma anche se e' un piacere enorme non si puo' dire che sia rilassante cercare di vedere e dedicare il giusto tempo a tutti... con il risultato che i programmi poi a volte saltano, altri invece si improvvisano (i migliori!) e che si macinano kilometri.
E io che pensavo che una decina di giorni sarebbero stati sufficienti per fare tutto... mi sarei fermata almeno una settimana in piu' al mare, una in montagna e una a casa.

Holiday... more or less...
Going back to Italy is lovely, it has been more than 4 months since I've been there last time, definitely too much... But even if it is a huge pleasure you cannot say that it is a relaxing trip. It's a big effort to try to see and to spend time with everybody... with the result that the programs sometimes change, others are improvised (the best ones!) and you clock up the miles.
I thought that ten days would be enough to do everything... I would have spent at least a week more by the sea, another one in the mountains and one more at home.

By the sea

Ecco un mini resoconto per immagini del mio mare del cuore (che trovate anche qui: 1-2-3-4) e della montagna del cuore di A... ebbene si', montagna anche per me che non ne sono certo una grande fan, ma a cui devo ammettere mi sto affezionando a quel paesino (sara' che la affronto a tavola?)

Here are some pictures taken by the sea of my heart (you can find more here: 1-2-3-4 ) and the mountains of the heart of A... Actually, even I am not a big fan of the mountain, I must admit that I am growing fond of that small village(maybe because we spend most of the time eating amazing food?)

In the mountains

Oltre a un sacco di cose buonissime da mangiare, mi sono riportata a Londra il ricordo di cosa sia una vera estate, i sapori, gli odori, anche i colori, e la liberta' di camminare a piedi nudi, di indossare solo uno straccio leggero, alla faccia di tutti quelli che, magari anche giustamente, si sono lamentati per tutta l' estate del caldo!
Devo ammettere che al nostro rientro siamo stati anche fortunati...  Con un matrimonio (il primo inglese, ero troppo contenta, cosiderate che so a memoria 4 Matrimoni e un funerale !) sulla collina di Richmond al tramonto e un pic nic "British affair" al parco di Battersea ho trascorso la settimana di Ferragosto in una assolata e meravigliosa Londra!
Ah... dimenticavo una cosa: tutto questo sole ci ha dato alla testa... bye bye Cornovaglia, sara' per la prossima volta!

In addition to a lot of delicious Italian things to eat, I brought back to London the memories of what a real summer is, the tastes, the smells, the colours, the freedom of walking barefoot and wearing just a light cloth, against those who, perhaps rightly, spent their summer complaining about the heating!
I must admit that on our return we have been lucky... With a wedding (my first British wedding, I was so happy, considering I know by heart 4 Weddings and a Funeral!) on Richmond Hill at the sunset and a "British affair" picnic at Battersea Park I spent the central week of August in a sunny and wonderful London!
I was forgetting one thing: all this sun has gone to my head... bye bye Cornwall, see you next time!

Monday, 10 September 2012

SUMMary (week 1)

Si ricomincia, come a scuola, a settembre!
Mi sono riposata, mi sono divertita, ho finito progetti in sospeso e semi abbandonati, ho imparato cose nuove... adesso sono PRONTA! Ad essere onesta il blog un po' mi e' mancato. Ormai e' davvero una parte di me, una sorta di diario (strano come le cose cambino strada facendo, all'inizio che fatica raccontare di me!)
Ho pensato di ricominciare con un riassunto delle settimane precedenti, a partire dalla prima che e' stata:

It's time to start again, like at school, in September!
I rested, I enjoyed, I ended up outstanding and semi abandoned projects , I learned new things... I'm now READY!  To be honest I've missed the blog a little. Actually it is a part of me, a kind of diary (funny how things change along the way, at the beginning it took some efforts to tell about me)
I thought to restart with a summary of the previous weeks, from the first and that has been:

mediamente fresca (anzi, direi proprio freddina...) ma con un pallido sole sporadicamente in visita che faceva venir voglia di gelati... con la presunta estate in testa ho sperimentato i ghiaccioli home made (Nutella e Pina Colada)
quite fresh (I would say chilly...) but with a little bit of rare sun that made ​​you want an ice cream... with the proper summer in my head I've tried to make home made ice lollies (Nutella and Pina Colada)

Fot the Nutella ones you can find the recipe the recipes HERE (thank you!):

1/2 cup of Nutella
1 and 1/2 cup of milk

lavorativa, ma calma, e di saldi (io amo gli ultimi ribassi inglesi!)
working, but calm, and of sales (I love the final English sales!)

e soprattutto OLIMPICA!
Io sono la negazione dello sport, che dire di questo evento? Essere a Londra nel 2012 e' una gran fortuna!
I disagi tanti annunciati non ci sono stati, forse proprio perche' l'allarmismo code e congestioni ha fatto scappare tantissimi londinesi, con il risultato che Londra era mezza invasa, la meta' Olimpica, e mezza deserta, quella non Olimpica.
L'atmosfera olimpica era contagiosa, i volontari sono stati fantastici e i sorrisi regalati ovunque: cosi' mi sono ritrovata a tifare alla finale di sollevamento pesi e a camminare, camminare, camminare, un po' per evitare i mezzi pubblici, un po' perche' non potevo essere l'unica nullafacente...
Il sollevamento pesi non e' una mia passione segreta, ha deciso A. selezionando tra i biglietti disponibili... ma alla fine sono anche riuscita ad appassionarmi a questi ometti talmente muscolosi da sembrare senza collo!

and especially OLYMPIC!
I am the negation of the sport, what about this event? I'm so lucky to be in London in 2012!
There weren't the announced problems, maybe because many Londoners went away after the alarm of queues and congestion, with the result that half London was crowded, the Olympic's one, and the other half was empty.
The Olympic atmosphere is contagious, the volunteers are fantastic and free smiles are everywhere, so I surprised myself cheering for the final of lifting weights and walking, walking, walking, to avoid the public transport and because I didn't want to be the only non sportive person in the city.
Lifting weights is not one of my secret passions, A. has chosen between the available last minute tickets... but I have to admit that I get completely hooked on these little men so muscle that they seem not to have the neck !

In ritardassimo... Buon settembre e buon inizio a tutti!
I know I'm late... Happy September and a good start at all!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...